18/05/2020

Emergenza Coronavirus

Normative, informazioni e documenti in materia (aggiornato al 18/05/2020)

In questa pagina vengono raccolte le principali normative e informazioni di interesse per il mondo corale e musicale in generale. 

In attesa di indicazioni che ci consentano uno sblocco delle attività sia di prova che concertistiche, A.S.A.C. continua a monitorare la situazione con attenzione relazionandoci periodicamente con la Regione Veneto e con gli enti che sono particolarmente attivi e propositivi a livello nazionale con il Ministro Franceschini. In particolare AGIS, a cui A.S.A.C. è associata proprio per tutelare i nostri soci, conquistando dei nuovi spazi e possibilità di relazione in favore del mondo amatoriale a fianco di quello professionale.

In un recente incontro (11/5/2020) con il Ministro ove i rappresentanti della Conferenza delle Regioni, il Presidente di AGIS, di Federvivo e di ANFOLS hanno presentato una memoria che sottolinea le difficoltà del settore dello spettacolo dal vivo, in prima istanza di quello professionale che riveste anche grande importanza anche dal punto di vista economico, e della necessità di modificare alcune disposizioni che emergono da indiscrezioni circa una possibile riapertura parziale dalla prima settimana di giugno 2020. A queste prospettive è legata anche la possibilità di ripresa delle attività che ci riguardano e delle quali A.S.A.C. si impegna ad informare tempestivamente riguardo ogni sviluppo di interesse per i suoi associati, sia a livello regionale che nazionale. 

Nell'ultimo DPCM del 17 maggio 2020 non vi sono specifici riferimenti per quanto riguarda le prove, sia dei professionisti che degli amatori ne aggiornamenti riguardo alle scuole di musica o similari. Attendiamo ulteriori precisazioni per potervi riferire su quanti aspetti evidenziati al Ministro Franceschini lo scorso 11 maggio 2020.

Risulta infatti incompleto prevedere la ripresa dei concerti senza consentirne la preparazione artistica, sia nel mondo professionale che amatoriale che anche L'A.S.A.C. rappresenta.

Di seguito un riepilogo tratto dalla Circolare AGIS n° 70 riguardante lo spettacolo dal vivo e riguardanti la concertistica, che potrà riprendere secondo le indicazioni riepilogate in seguito e all’allegato 9 del sopracitato DPCM. 

Tutti i documenti ufficiali sono consultabili sul sito della Regione Veneto.

Roma, 17 maggio 2020
AGIS - Circolare n. 70DPCM 17.05.2020.

Come anticipato ieri sera dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Giuseppe Conte, e come previsto dal DPCM firmato questa sera “gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori. L’attività degli spettacoli è organizzata secondo le linee guida di cui all’allegato 9. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni predette; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi”.
L’allegato 9 prevede le seguenti linee guida per spettacolo dal vivo e cinema:
  1. Mantenimento del distanziamento interpersonale, anche tra gli artisti.
  2. Misurazione della temperatura corporea agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dove si tiene lo spettacolo, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
  3. Utilizzo obbligatorio di mascherine anche di comunità per gli spettatori.
  4. Utilizzo di idonei dispositivi di protezione individuale da parte dei lavoratori che operano in spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico
  5. Garanzia di adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi e dei servizi igienici di tutti i luoghi interessati dall'evento, anche tra i diversi spettacoli svolti nella medesima giornata.
  6. Adeguata aereazione naturale e ricambio d'aria e rispetto delle raccomandazioni concernenti sistemi di ventilazione e di condizionamento.
  7. Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento.
  8. Divieto del consumo di cibo e bevande e della vendita al dettaglio di bevande e generi alimentari in occasione degli eventi e durante lo svolgimento degli spettacoli.
  9. Utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all'esterno dei luoghi dove si svolgono gli spettacoli.
  10. Regolamentazione dell’utilizzo dei servizi igienici in maniera tale da prevedere sempre il distanziamento sociale nell'accesso.
  11. Limitazione dell'utilizzo di pagamenti in contanti, ove possibile.
  12. Vendita dei biglietti e controllo dell’accesso, ove possibile, con modalità telematiche, anche al fine di evitare aggregazioni presso le biglietterie e gli spazi di accesso alle strutture.
  13. Comunicazione agli utenti, anche tramite l’utilizzo di video, delle misure di sicurezza e di prevenzione del rischio da seguire nei luoghi dove si svolge lo spettacolo.
-
Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.